Le partite nella Scuola Calcio: la verità che nessuno ti hai mai detto finora

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tuo figlio ha dai 4 ai 10/12 anni?
Gli piace giocare a calcio con gli amici?
Ti chiede di iscriverlo alla Scuola Calcio?
Bene.

Oggi voglio dirti una cosa che non troverai da nessun altra parte, quindi seguimi con
attenzione.

Quando si parla di sport per bambini c’è una convinzione da parte degli adulti.

La convinzione suona più o meno così:
– più partite ci sono meglio è
– le partite servono a crescere
– i bambini si motivano se ci sono tante partite
– le partite fanno bene
– la squadra migliora solo giocando le partite
– le squadre vere giocano tante partite
– voglio che mio figlio giochi in una squadra vera
– se mio figlio gioca le partite farà parte di una squadra vera

Allora, adesso ti dico come stanno veramente le cose.

NUMERO 1
Più partite ci sono meglio è.
Semplicemente non è vero.
Per i bambini giocare le partite può essere piacevole.
Ma è stressante.
E sai perché?
Perché ci sono gli adulti.
Che stressano i bambini.
Su come si deve giocare.
Su cosa si deve fare.
Meglio un numero limitato di partite.
Senza stress, senza pressioni.

NUMERO 2
Le partite servono a crescere?
Forse.
Ma per 1 bambino che torna a casa contento, le
partite spesso ne fanno tornare a casa scontenti altri 3.
Perché poi giocano sempre i soliti.
Perché gli allenatori vogliono vincere le partite.
Perché ci sono alcuni genitori che vogliono vincere le partite.
Le partite servono a crescere?
Insomma.

NUMERO 3
I bambini si motivano se ci sono tante partite?
La verità è che i bambini si motivano se si divertono.
E se alle partite non si divertono – perché giocano sempre
i soliti – allora i bambini non si motivano.
Più semplice di un’equazione.

NUMERO 4
Le partite fanno bene?
Potrebbe essere.
Ma serve gradualità.
Se si gioca ogni sabato oppure 3 domeniche su 4 al mese
forse è un pò troppo, non trovi?

NUMERO 5
La squadra migliora solo giocando le partite?
Può essere vero.
Il fatto è che a te come genitore interessa di tuo
figlio – giustamente – e non della squadra – come invece
interessa all’allenatore.

NUMERO 6
Le squadre vere giocano tante partite?
Certo, la Juventus gioca tante partite.
Ma tuo figlio gioca alla Juventus?

NUMERO 7
Voglio che mio figlio giochi in una squadra vera?
Ti rispondo così: sai quanti sono i bambini che
dopo aver fatto parte di una “squadra vera” nella
fascia d’età dai 4 ai 12 anni smettono di fare
sport definitivamente?
Il 73%.
Cioè 3 su 4.
Cioè 3 bambini su 4 che fanno parte di una – chiamiamola –
“squadra vera”, che gioca tante partite, a 12 anni arrivano
così saturi che non ne possono più e smettono di fare sport.
Per sempre.
E’ questo che vuoi per tuo figlio?
Che diventi un sedentario deluso dallo sport?

NUMERO 8
Se mio figlio gioca le partite farà parte di una squadra vera.
Se tuo figlio giocherà tante partite svilupperà tanta
aggressività e competitività.
Troppo prematuramente.
Si farà tante ambizioni.
E magari rimarrà deluso.
Se vuoi questo, accomodati.
Di posti dove trovare questo tipo di attività ce ne sono
molti.

Se, dopo avere letto questo post, vuoi far provare a tuo figlio l’unica Scuola di Calcio a 5 dove l’approccio è davvero ludico e divertente, e assolutamente non orientato ad esagerare con l’agonismo, allora iscriviti qui alla prova gratuita

Ti dico di più, nella nostra Scuola di Calcio a 5 del Petrarca i bambini più piccoli partecipano a 2 feste.

Mentre i più grandi vengono coinvolti solamente in attività interna – che vuole dire con altri bambini della Scuola Calcio Petrarca. Si gioca 4-5 volte all’anno. Non c’è agonismo esasperato. Si tratta di un avvicinamento al gioco in maniera serena e graduale.

Questo non vuol dire che l’agonismo per noi non esista.

Ma secondo noi può essere sviluppato a partire dai 13-14 anni.
Non prima.

Ricordati.
Prenota la tua prova gratuita.

Chiamaci 347.42.81.312 – 329.03.76.795 oppure mandarci una mail in sicurezza info@scuolacalciopetrarca.it

Ti aspettiamo per la prova gratuita!

 

Ciao

Paolo

l’autore di “Come migliorare la coordinazione nella Scuola Calcio”

l’organizzatore della “Scuola Calcio Petrarca, la Prima Scuola di Calcio a 5 di Padova”

 

 

This article has 2 Comments

  1. Salve Paolo….vorrei di cuore congratularmi con lei….ha scritto delle verità assolute!Noi da genitori sprovveduti abbiamo accettato di portare nostro figlio (che era stato precedentemente selezionato) in una “squadra vera” ….mai scelta fu’ più sbagliata!!!!Non ci è piaciuto ne l’ambiente calcistico in sé ne quello che c’era al di qua del campo sportivo…..
    Comunque per farla breve quest’anno dopo che ha subito un grave infortunio (tibia e perone) durante una partita, è stato pure scartato….e….è stata la nostra salvezza….(avevamo a onor del vero provato a convincere nostro figlio a cambiare squadra ma non c’era stato verso) ora gioca in una squadra più piccola e vedo mio figlio felice e con la GIOIA di giocare per divertirsi!!!!

    1. Salve Anto,
      sono contento che ora siete tutti più sereni
      purtroppo gli adulti molto spesso le attività le organizzano per divertirsi (loro)
      e non per far divertire i bambini
      Buona serata
      continuate a seguire i post
      Paolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.